Monthly Archives: febbraio 2017

PADI AmbassaDiver Manuel Bustelo: Una Vita di Avventure Tutelando l’Ambiente

manuel bustelo

Il PADI AmbassaDiver, Manuel Bustelo, ci racconta dei suoi primi anni di vita sulle cime delle montagne argentine fino ad arrivare alla sua prima discesa sotto le onde.


Sotto consiglio del dottore, durante la mia adolescenza, i miei genitori mi portavano regolarmente in montagna per alleviare i sintomi dell’asma. Nato a Mendoza, una città ai piedi delle Ande argentine, ci voleva solo un’oretta per raggiungere l’aria pura, all’altezza di 2.000 piedi/6.561 piedi. Ho infiniti ricordi con la mia famiglia in montagna. L’altitudine era diventata il mio parco giochi naturale e dai 18 anni ho iniziato ad arrampicare sulle cime più alte delle Ande.

Un po’ di anni dopo, diventai il primo uomo a fare downhill con la mountain bike da 6.800 metri/22.310 piedi. Un documentario che venne fatto vedere ai festival delle nove montagne, mi portò in Centro America a promuovere le gare di mountain bike. Avevo 28 anni quando, mentre sedevo in un bar di Granada (Nicaragua) a raccontare le mie imprese che qualcuno mi chiese se avevo mai provato a immergermi prima. Nonostante tutte le mie avventure fatte in altitudine o con la mia mountain bike, sentii subito il richiamo!

manuel bustelo sucba diving

Con la conoscenza nasce l’interesse, con l’interesse arriva il cambiamento.

Feci il mio corso PADI Open Water Diver a Roatan (Bay Islands, Honduras). I miei pensieri furono subito per lo più matematici. Mi dissi: ‘Ragazzo, il 70% del nostro bellissimo pianeta lo sai è fatto di acqua. Gli ecosistemi più antichi si formarono sott’acqua. Quindi, c’è tantissimo da esplorare oltre alle montagne a cui sei stato abituato. Ora si va sott’acqua!’

Da quel momento non ho più smesso di immergermi e da lì nasce l’uomo che sono oggi. Ho visitato gli oceani e i mari del mondo, ho avuto incontri ravvicinati con barriere coralline intatte e non, ho trascorso ore osservando le nuove specie marine e sono stato testimone dei grandi effetti distruttivi della plastica nei nostri oceani. Io in prima persona sono cambiato come risultato diretto di tutte le esperienze fatte e dei ricordi che mi sono creato grazie a queste esperienze.

plataforma_ibiza

 

Avevo già avuto occasione di vedere i ghiacciai che si scioglievano contemplando la bellezza sbalorditiva delle montagne più remote. Ma quello che ho visto sott’acqua mi ha dato uno stato di connessione molto più profondo con Madre Natura. Sulla Grande Barriera Corallina ho potuto ascoltare il richiamo di un numero infinito di balene e delfini mentre mi trovavo circondato da così tanti pesci da non riuscire neanche a vedere il mio compagno di immersione. A Roatan, ho fatto tante di quelle soste di sicurezza con pesci trombetta che scovavano i coralli spugna, tartarughe che nuotano pacifiche e aquile di mare in banchi.

Con la conoscenza nasce l’interesse, con l’interesse arriva cambiamento. Il corso PADI Open Water mi ha avvicinato alla natura più di quanto non fossi stato prima. La mia missione è di far cambiare prospettiva sui nostri oceani, sulle specie marine che vi vivono e sul loro bisogno crescente d’essere tutelate. Gli oceani hanno bisogno del nostro aiuto e la subacquea è lo strumento giusto per veicolare quell’aiuto.

Le Creature della Notte

Night Diving - Squid

Ci sono le immersioni, e poi ci sono le immersioni notturne. I subacquei diurni e notturni non potranno mai vedere e vivere le stesse cose. Sei nervoso perché ti devi immergere in acque scure? Leggi e scopri cosa ti stai perdendo a non essere un PADI Night Diver.

Avvistamenti di animali notturni

Pensi di sapere già tutto di un sito d’immersione? Vedrai quanto risulta tutto diverso con l’oscurità della notte. Aragoste, granchi, anguille e polpi (si, polpi) tutti diventano più attivi dopo il tramonto. Potrai vedere pesci che già conosci, dormire in anfratti, e incontrare nuove creature che non avevi mai visto durante le immersioni diurne.

Night Diving - Manta Rays

Pianifica le tue prossime immersioni per sperimentare incredibili immersioni notturne come quella con le mante che danzano illuminate dalla luna. O visita i calamari che si riproducono e guarda il fondale che si trasforma in un tappeto di uova. Fai un’immersione notturna durante la stagione della deposizione delle uova dei coralli e vivrai qualcosa di così meraviglioso come nel documentario Blue Planet.

La fluorescenza delle immersioni (conosciute come immersioni fosforescenti) è un’altra esperienza unica che puoi vivere solo durante le immersioni notturne. Con l’aiuto di una torcia UV, il reef esplode di incredibili colori fluorescenti. C’è una buona probabilità di sperimentare l’effetto “Harry Potter sott’acqua”. Leggi di più sul lato magico delle immersioni notturne.

Night Diving - Glow Diving

Incredibili foto opps

La notte è un momento sorprendentemente ottimo per scattare foto e girare video. Se ti piacciono le muck diving: uranoscopidi, pesci pipa fantasma, polpi ad anelli blu e un’altra “lista di imperdibili” animali che sono attivi di notte.

Prova a immergerti nelle acque nere per scoprire le strane e misteriose creature che risalgono dalle profondità. L’esperienza viene spesso descritta dai subacquei “come essere nello spazio” o “ultraterrena” Le immersioni in acque nere sono originarie delle Hawaii, ma ora possono essere fatte anche in altre parti del Pacifico e anche in Florida.

Anche se non puoi viaggiare molto lontano, un’immersione notturna offre ottime opportunità di scattare foto spettacolari. Un tramonto sopra la superficie, o una luna piena che sorge all’orizzonte non smette mai di impressionare.

Night Diving - Moonrise

Vivere la tranquillità

I subacquei che all’inizio erano nervosi nel fare le immersioni notturne dopo descrivono la tranquillità. Anche se ci sono altri subacquei intorno, è difficile vederli. Così l’immersione notturna può dare la sensazione a te e al tuo compagno di avere tutto lo spazio per voi.

Detto ciò, è importante imparare le cose da fare e da non fare durante l’immersione notturna. Una delle cose che imparerai durante il Corso di Specialità PADI Night Diver  è come utilizzare una torcia subacquea. Solo perché non puoi vedere gli altri subacquei, non significa che non ci siano. Evita di azzuffarti sott’acqua imparando ad utilizzare una torcia notturna senza accecare gli altri.

Night Diving - Dive Light

Durante il corso Night Diver imparerai anche a pianificare l’immersione notturna e le tecniche. Per esempio: come tenere traccia del tuo compagno, e i metodi per gestire l’assetto.

Cerca un PADI Dive Center o Resort per iscriverti a un corso di Specialità PADI Night Diver, e vivrai lo sport che ami in una maniera totalmente diversa. Se ti senti ancora insicuro ad immergerti di notte, prova un’adventure dive notturna come parte del tuo corso Advanced Open Water Diver.

Le Destinazioni Subacquee al Sole

Il colonello John “Hannibal” Smith dell’A-Team disse il giusto con le sue parole immortali, “c’è sempre un piano B”, che è ciò che alcuni subacquei stanno cercando proprio in questa stagione di mattini ghiacciati e la voglia di fare prende piede!

Sebbene ci siano bellissimi spot in acqua fredda in giro per l’Europa che cacciano il mito che si possano fare belle immersioni solo in acque tropicali, alcuni subacquei preferiscono un po’ di sole d’inverno e un’arietta calda quando escono dall’acqua. Ecco una lista di 6 destinazioni subacquee al sole che soddisfano tutti i  requisiti:

ISOLE CANARIE

Winter Sun Diving - Canary Islands

Sole tutto l’anno, acque limpide e temperate e incredibili paesaggi vulcanici marini attirano i subacquei alle Isole Canarie. Qualche volta chiamate “Le Isole Fortunate” grazie al clima sub-tropicale e alle spiagge sabbiose, le isole di questo arcipelago spagnolo si trovano nell’angolo più orientale dell’Oceano Atlantico, a largo della costa nord-occidentale africana. Le Canarie sono anche rinomate, per essere state un importante scalo per i galeoni spagnoli che partendo da qui sfruttavano gli alisei nella loro rotta verso le Americhe.

Le 7 isole delle Canarie – Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera ed El Hierro – sono destinazioni turistiche europee di punta ed attraggono più di 12 milioni di visitatoti l’anno. Si può scegliere tra città movimentate con vita notturna o piccoli paesotti dove non esiste lo stress, basta sapere cosa si desidera.

Clicca qui per i Principali Siti d’Immersione e Informazioni Subacquee

LE ISOLE MALTESI

Winter Sun Diving - Maltese Islands

In una carta geografica del Mediterraneo, se lasci cadere lo sguardo al centro – appena a sud del tacco dell’Italia e a ovest del cuore del Mediteranneo – troverai un incantevole arcipelago che include Malta, Gozo ,Comino e a seguire con le più piccole, le isole disabitate di Cominotto, Filfla e S.Paul. Capitale amministrativa di tutte le isole è La Valletta, situata essa stessa sull’isola di Malta sotto lo sguardo vigile delle fortificazioni erette per volontà dei cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme (Cavalieri di Malta) nel 1524.

La posizione geografica di Malta è stata vantaggiosa sia ai fini commerciali che militari. Più recentemente, comunque, le isole maltesi sono sempre più note per le loro immersioni che per il loro lungo e vario passato. L’acqua blu e limpida del Mar Mediterraneo offre esperienze subacquee uniche con reef, grotte e relitti da esplorare.

Clicca qui per i Principali Siti d’Immersione

MOZAMBICO

Winter Sun Diving - Mozambique

Basta accennare al Mozambico, e la maggioranza dei subacquei penserà immediatamente alla sua mega-fauna: squali balena e mante che vagano tutto l’anno nelle acque ricche di plancton e le megattere che – dall’Antartico – entrano nel Canale del Mozambico. Il Mozambico, situato sulla costa africana sud-orientale, offre oltre 2000 chilometri/1250 miglia di coste – tutte interessate dalla Corrente di Agulhas, che giunge da sud. A nord si trova l’arcipelago delle Quirimbas che ospita la “Primeiras and Segundas Marine Protected Area (MPA)”.

La più vasta MPA del Continente Africano, protegge lussureggianti reef corallini e foreste di mangrovie, ed è “nursery” importante per miriadi di pesci di barriera e, oltre che per altri importanti “inquilini”, per cinque delle sette specie di tartarughe oceaniche. A sud, la Maputo Protection Area si estende sulla costa da Ponta de Ouro al Maputo River: è un vero paradiso per i piccoli di tartaruga, ma tutela anche gli ecosistemi costieri del reef. Inhambane, un corridoio ricchissimo di plancton, al largo di Praia do Tofo, c’è il percorso preferito dagli squali balena: si possono incontrare tutto l’anno, e un loro avvistamento è quasi garantito. Questo da solo basta a far entrare il Mozambico nella lista dei desideri di moltissimi subacquei.

Clicca qui per i Principali Siti d’Immersione

OMAN

Winter Sun Diving - Oman

Con i suoi vasti deserti e con la sua storia importante, il Sultanato dell’Oman sta diventando una destinazione turistica sempre più popolare. Fino agli anni ’70, il Paese era praticamente chiuso ai visitatori stranieri ma da quando ha aperto le porte, il mondo subacqueo ne risulta essere anche più arricchito. La linea costiera dell’Oman è quasi intatta e vicino alla capitale Muscat ci sono bellissime immersioni.

Puoi anche andare nella regione più settentrionale dell’Oman, Musandam, che spunta nello Stretto di Hormuz, all’imboccatura del Golfo Persico. Questa terra rocciosa e remota ha acque ricche di nutrienti offrendo una grandissima varietà e abbondanza di specie marine. Nel lontano sud, la zona attorno a Salalah ha una linea costiera intatta con baie e spiagge che sembrano senza fine. Qui, nel periodo estivo, appaiono le foreste di kelp, create dalla risalita in superficie delle fredde acque oceaniche dalle profondità, durante i monsoni, e che lentamente scompaiono verso la fine di Settembre. Questo accade unicamente in un breve periodo dell’anno dove è possibile immergersi nelle foreste di kelp e sulle barriere coralline contemporaneamente.

Il periodo migliore per immergersi va da Ottobre a Maggio, quando i mari sono calmi e l’acqua si scalda. Forse è il caso di fare una vacanza subacquea in Oman prima che si diffonda il segreto.

Clicca qui per i Principali Siti d’Immersione

La Storia Dietro lo Scatto

Fotografo subacqueo, video-operatore e Direttore di Corso PADI, Luke Inman condivide la sua passione per la subacquea e la sua connessione con il Mare di Cortez, e la sua relazione con il leone marino che hanno ispirato i nuovi brevetti sostitutivi, in edizione limitata.

Di tutti i posti dove hai viaggiato e ti sei immerso, qual è stato quello che ti ha ispirato di più?

Los Islotes in La Paz, Mexico shot by Luke Inman

Foto: Luke Inman

Los Islotes , vicino a La Paz – Messico – nel Mare di Cortez, è il paradiso per gli incontri con animali selvatici. Los Islotes è in genere riconosciuta dalla stampa subacquea come uno dei migliori dieci siti subacquei al mondo. Dal mio punto di vista e secondo la mia esperienza (e sono stato fortunato ad essermi immerso in tutto il mondo), Los Islotes, è il mio sito numero uno al mondo. La maggior parte delle persone si aspetterebbero una scelta diversa, come: un relitto profondo, o un sito subacqueo pieno di pelagici o un cenote mistico, ma no – un’immersione a bassa profondità con un leone marino disinibito a Los Islotes sarà sempre la mia prima scelta.

Come hanno fatto il Mare di Cortez e Los Islotes a catturare il tuo cuore? Cos’hanno di diverso da tanti altri posti sulla Terra?

Sea Lions in Los Islotes in La Paz, Mexico shot by Luke Inman

Foto: Luke Inman

Così pochi posti vicino alla città possono offrire agli umani delle vere interazioni con gli animali selvatici.

La prima visita a Los Islotes è stata un’esperienza umiliante. Fui illuminato dai leoni marini. Arrivare alla colonia si può meglio descrivere come un carico sensoriale rumoroso. La cacofonia del verso dei leoni marini, le chiamate degli uccelli, e il movimento dell’oceano era accentuato dai latrati e gemiti dei leoni marini: parlano uno con l’altro e davano il benvenuto ai visitatori nella loro casa. Il baccano ha un messaggio chiaro che ti penetra nell’anima: “in questo posto avviene la magia.”

La magia sono i leoni marini che ti incantano e ti avvolgono. Non con l’illusione o l’inganno, non ci sono incantesimi, niente voodoo. Solo con l’eleganza e il fascino, incantesimo giocoso che attrae e ispira chiunque sia in visita.

Come descriveresti i leoni marini di Los Islotes?

Sea Lions in Los Islotes in La Paz, Mexico shot by Luke Inman

Foto: Luke Inman

Los Islotes riceve molti più visitatori di qualunque altra isola del Mare di Cortez. I leoni marini sembrano come essersi abituati alla presenza degli umani e agli alti livelli di traffico di barche con pochi effetti collaterali. Essi sono tutti piacevoli – persino quando coinvolgono i minacciosamente enormi adulti maschi. I leoni marini mi hanno regalato alcune delle più incredibili interazioni.

Qual è la cosa che preferisci di più dell’immergerti con i leoni marini?

Sea Lions in Los Islotes in La Paz, Mexico shot by Luke Inman

Foto: Luke Inman

I leoni marini mi danno la serenità e il piacere dell’interazione con gli animali selvatici: possono lasciarti il sorriso sulle labbra nel ricordo della gioia dell’infanzia e dell’innocenza, i giorni felici del non avere responsabilità. Loro sono il mio momento di meditazione. Andarli a trovare e stare con loro è diventato un momento chiave della mia routine, una naturale terapia di educazione.

Raccontaci della tua esperienza nel fotografare i leoni marini che appaiono sui nuovi brevetti PADI a edizione limitata.

Luke Inman PADI Replacement Card

Una delle esperienze più memorabili l’ho avuta con un giovane cucciolo a Los Islotes, una femmina marcata e etichettata ironicamente con il numero “42” (che secondo La Guida di Hitchhiker della Galassia è la “Risposta alla Somma Domanda sulla Vita, l’Universo, e il Tutto”). Sembrava apparire ogni volta che mi immergevo a Los Islotes e mi ci è voluto un sacco per diventare un compagno di giochi dei leoni marini. E lei è stata paziente, gentile e, soprattutto, affettuosa. Che lei abbia realmente la risposta alla “vita, l’universo e il tutto” è una cosa su cui dibattere, ma sono sicuro che Prefect e Dent sarebbero stati d’accordo con me.

Le nostre interazioni iniziavano sempre con lei che mi urtava gentilmente – ma probabilmente parlare di agguato sarebbe una descrizione migliore. Questo atto era eseguito secondo le capacità di un subacqueo militare ben addestrato. Come ogni assalto a sorpresa fatto bene, venivo invariabilmente messo totalmente in un angolo, ma invariabilmente e senza nessuna eccezione lei finiva con spingere la sua testa contro la mia tanto che potevo sentire i suoi baffetti che mi accarezzano la fronte.

Lei poi iniziava a giocare mordendomi delicatamente la mano. Questo morso scherzoso era la sua maniera per assicurarsi che la mia mano fosse diretta sul suo corpo e dietro la sua testa. Il suo obiettivo sembrava fosse quello di portarmi a grattarle le orecchie; quando mi fermavo lei spostava la sua testa sotto la mia mano, iniziando a atteggiarsi con affetto come i cani e i cuccioli fanno. Alle volte insisteva talmente tanto che dovevo abbassare la mia macchina fotografica e semplicemente concentrarmi nel darle amore e attenzione.

Molti anni dopo la mia esperienza con “42”, aveva smesso di apparire nelle mie immersioni. Avevo pensato fosse diventata troppo vecchia o adulta per continuare a giocare con questo intruso del suo mondo, rumoroso e produttore di bolle. Quanto mi ero sbagliato. Rincontrai “42” di nuovo – due o tre anni più tardi – quando una grande femmina mi venne a salutare sott’acqua con un’accoglienza che si riserva a un amico di lunga data dopo tanto tempo che non lo si vede.

Non mi era mai capitato che qualcuno mi accogliesse con così tanto entusiasmo. Non mi sembrava potesse essere vero che fosse la stessa giovane cucciola che mi aveva così allegramente tenuto compagnia. La tecnica di appostamento mi sembrò davvero familiare, soprattutto per l’insistenza a farsi grattare la pancia e l’orecchio. Ancora una volta mi ritrovai ad abbassare la macchina fotografica e a soddisfare le richieste della mia amica di vecchia data con qualche coccola e qualche gioco insieme. C’era una cicatrice al posto della targhetta di identificazione, ma l’etichetta attuale era anch’essa logorata dal tempo. Chiesi a uno dei ricercatori della colonia se fosse possibile per “42” ricordarsi di me. Mi diede un’occhiata scettica e mi disse, “Non c’è motivo per cui non dovrebbe, ma noi non osserviamo cose come queste nella scienza.”

Hai nessun suggerimento su come catturare la personalità e lo spirito delle creature nelle foto e i video subacquei?

Sea Lions in Los Islotes in La Paz, Mexico shot by Luke Inman

Foto: Luke Inman

Vieni a fare un workshop con me – oppure iscriviti a un corso PADI Digital Underwater Photographer oppure Underwater Videographer nella tua zona.

Quali sono i consigli top che puoi dare per la fotografia subacquea e che segui anche tu?

#1: Non danneggiare l’ambiente!

#2. Cattura il momento.

#3. Racconta una storia.

#4. Preoccupati dell’arte, non dell’attrezzatura.

Cosa speri possa ispirare negli altri il tuo lavoro?

Spero possa ispirare le persone a prendersi cura del pianeta e tutelarlo.

Il brevetto sostitutivo PADI, in edizione limitata, I Leoni Marini di Los Islotes, con le bellissime fotografie di Luke Inman, sono ora disponibili per un breve periodo. Visita il tuo PADI Dive Center o Resort o PADI.com per essere il primo ad avere questo brevetto.

Per vedere più lavori di Luke Inman, visita lukeinman.com.

Riviera Maya e Cancun

Riviera Maya

La penisola messicana dello Yucatan ospitava un tempo tanti piccoli villaggi di pescatori. Oggi è una delle mete turistiche più popolari e dinamiche, tra le spiagge occidentali, dei Caraibi. Qui troverai resort di lusso esclusivi, bei posti dove poter mangiare, vita notturna e shopping. Oltre a meravigliose spiagge con finissima sabbia bianca, bagnate dalle limpide e calde acque dei Caraibi, la seconda barriera corallina più lunga al mondo e un mix perfetto di tipologie diverse d’immersioni, opportunità di visite culturali, shopping e avventure.

Questo è già abbastanza per soddisfare i subacquei più esigenti e gli amanti della terraferma, ma c’è anche di più: fare subacquea e snorkeling sulla Riviera Maya non è limitato all’Oceano. L’area è rinomata per i suoi straordinari cenotes. Queste fonti subacquee di acqua, uniche nel loro genere, creano delle grotte affondate dove i raggi solari attraversano le cristalline acque dolci. Alcune si ricongiungono in sistemi di grotte subacquee: regno dei subacquei tecnici, ma tutte le altre sono facilmente esplorabili da subacquei di tutti i livelli.

Un altro grande omaggio di questa terra è nei dintorni di Cancun, dove troverai relitti e reef carichi di vita marina. La Riviera Maya è una delle destinazioni subacquee più belle al mondo e molto di più.

Immersioni Principali

  • Punta Cancun – Questa è una destinazione famosa tra i subacquei e offre accesso a diversi siti subacquei e ad alcune barriere coralline incontaminate. Posizionata nella punta orientale della zona degli hotel di Cancun, i reef hanno formazioni coralline colorate e puoi passare il tempo osservando la vasta varietà di specie marine, tra cui barracuda, razze e squali.
  • Punta Nizuc – Questo sito è famoso sia per lo snorkeling che per le immersioni, grazie a un reef, a largo della costa, pieno di abbondante vita marina. Le profondità medie, 10 metri/30 piedi, e l’ottima visibilità lo rendono uno spot spettacolare dove i subacquei possono vedere aragoste, cernie, razze, sergenti maggiori e tante altre specie marine. A Punta Nizuc l’arte incontra la conservazione della barriera corallina e i subacquei possono visitare la statua di una giovane ragazza che giace su un giardino di coralli. Lei fa parte di un museo subacqueo, Museo Subacuático de Arte, che merita davvero d’essere visitato.
  • Playa del Carmen, Akumal e Tulum – A sud di Cancun, Playa del Carmen è un’animatissima città con un’atmosfera europea. Akumal e Tulum, entrambe a sud di Playa, sono villaggi di mare che ti danno un’idea di come poteva essere lo Yucatan nei tempi passati. In genere, i siti subacquei locali sono a bassa profondità, presentano un’eccellente visibilità e non richiedono più di cinque minuti di barca: è molto probabile che incontrerai tartarughe, barracuda, razze, aragoste e squali nutrice.
  • Pared Verde – Questa parete è suddivisa in due sezioni sabbiose, sponde sprofondate di un fiume, che ospitano una grande quantità di coralli, spugne e miriadi di piccoli invertebrati. Le profondità sono sui 40 metri/130 piedi e le correnti sono da tenere d’occhio. Spesso vengono avvistati grandi pelagici, di diversi tipi, posizionando il reef nel centro di una piana sabbiosa.
  • Cenotes – Se desideri provare qualcosa di davvero speciale, immergiti in un cenote: queste profonde cavità di acqua dolce si formarono quando i “soffitti” di queste caverne calcaree crollarono, riempiendosi di acqua. Gli elaborati cenotes dello Yucatan hanno un intricato sistema di grotte e tunnel sotterranei che attraggono subacquei da tutto il mondo. La maggioranza dei cenotes presenta incontaminate acque turchesi e una meravigliosa varietà di stalattiti e stalagmiti formatesi in milioni di anni.

Volete saperne di più? Visita  ScubaEarth® per vare maggiori informazioni su migliaia di siti subacquei, specie marine, informazioni sulle destinazioni e molto altro.

Informazioni Subacquee

Visibilità – Nelle immersioni in oceano aperto, al largo della Riviera Maya, la visibilità può andare dai 12 metri/40 piedi dei periodi invernali ai 23 metri/75 piedi dei periodi estivi. La visibilità nei cenotes e nelle grotte è limitata soltanto da quanto bene vedi.

Temperature dell’Acqua – In media, l’acqua è tra i 25-28° C/77-82° F in inverno ed i 27-29° C/81-85° F in estate. La temperatura nei cenotes è u po’ più fresca.

Clima  – La temperatura dell’aria va dai 18° ai 32° C/ 65°-90° F. La stagione delle piogge va da maggio sino a ottobre, mentre quella secca va da novembre ad aprile. Maggio e giungo sono i mesi più umidi.  Da giugno ad ottobre è la stagione degli uragani.

Fauna Tipica – Vivono molte tartarughe imbricate, ed è comune vederne almeno una in ogni immersione: altri avvistamenti possono essere quelli di aquile di mare, murene, aragoste, pesci pipistrello, pesci pappagallo, cernie creole, pesci trombetta, pesci angelo e le solite specie dei reef caraibici. Se sei fortunato, potrai avvistare squali limone, nutrice e – in qualche immersione – addirittura lamantini.

Corsi Raccomandati – Fare il corso PADI Cavern Diver  per avere il massimo dai cenotes. Considera il corso AWARE – Fish Identification per aiutarti a identificare le specie che incontrerai e il corso  PADI Digital Underwater Photographer per catturare le immagini di tutte le specie marine.

Cenote

Informazioni di Viaggio

Nota – Un viaggio verso qualsiasi destinazione può essere colpito da situazioni avverse (ma non solo) come le condizioni di sicurezza, i requisiti di entrata e uscita, condizioni sanitarie, leggi locali e cultura, disastri naturali e climatici. A prescindere dalla tua destinazione, controlla la sezione riguardante gli avvertimenti ai viaggiatori o il sito del Ministero degli Affari Esteri se ci sono consigli sulla destinazione che state pianificando di andare a visitare e ricontrolla di nuovo poco prima di partire.

Lingua – Spagnolo, sebbene l’inglese sia comunemente parlato nelle zone turistiche.

Moneta – Pesos Messicano. Le carte di credito sono accettate quasi in tutte le aree turistiche.

Aeroporti Principali – La maggior parte dei subacquei volani su il Cancún International Airport (CUN).

Elettricità e Internet – 110-120 volts, 60hz. Internet è presente in quasi tutte le zone turistiche.

Attrazioni ‘asciutte’ – Visita le Rovine Maya di Tulum o Chichen Itza. Puoi fare dell’ottimo shopping, fare un giro nella giungla, partecipare a vari sport acquatici o rilassarti su una delle bellissime spiagge.

Localizza PADI Dive Shops e Resorts a Cancun e nella Riviera Maya

Link informativi
rivieramaya.com
cancun.travel
visitmexico.com/en/cancun
visitmexico.com/en/mayan-riviera

Prenota Ora

25 Milioni di Brevetti PADI

PADI 25 Millionth Certificate Winner

Il 29 Dicembre 2016, negli ultimi giorni dell’anniversario d’oro della PADI, è stata raggiunta una tappa fondamentale. Sarah Gleeson, una ragazza di 22 anni di Alberta, Canada, è diventata una PADI® Open Water Diver prendendo il 25milionesimo brevetto rilasciato da PADI. Per festeggiare l’occasione, e i 50 anni di The Way the World Learns to Dive®, PADI ha regalato a Gleeson e a un compagno a sua scelta un viaggio da sogno sulla Grande Barriera Corallina australiana. Il suo Istruttore orgoglioso, Bobby Post del Davy Jones Locker Diving a Koh Tao, Thailandia, non è stata escluso dal regalo. Anche il PADI Master Scuba Diver Trainer è stato invitato a intraprendere lo stesso viaggio.

“Quando ho ricevuto l’email del CEO PADI Drew Richardson, ho pensato fosse lo scherzo di un amico,” dice Post, che nota che l’Australia sarà il sesto continente che la subacquea gli sta dando l’opportunità di visitare. “ Non vedo l’ora di scoprire che cos’ha l’Australia in serbo per me.”

25 Millionth Certificate Instructor | Photo credit: Fat Fish Movies

Dopo aver completato il suo brevetto PADI Open Water a Bali e il suo PADI Advanced Open Water in Corea, Post è stato ispirato dai suoi istruttori a perseguire la carriera subacquea. Così è andato a Koh Tao, in Thailandia, dove da Divemaster PADI è diventato PADI Master Scuba Diver Trainer.

“ Lo sguardo dei miei studenti subito dopo la loro prima immersione mi ha fatto capire che quello che stavo facendo era esattamente ciò che volevo fare di più al mondo,” racconta Post.

Anche a Gleeson, le venne voglia di prendere il brevetto subacqueo quando arrivando a Koh Tao, Thailandia, con il suo fidanzato Colin, lì fece amicizia con altri subacquei.

“ Ora che so immergermi ho una scusa in più per viaggiare in giro per il mondo,” racconta Gleeson, che al momento sta viaggiando da sei settimane con Colin, zaino in spalla, in giro per l’Asia sud-orientale. “ La subacquea è un’esperienza unica che ti permette di vedere un mondo completamente nuovo – un’esperienza di cui non ci si può pentire mai.”

PADI 25 Millionth Certificate Winner

“Siamo tutti e due così eccitati e ci piace così tanto immergerci che abbiamo persino considerato di diventare istruttori subacquei,” ride Gleeson. “Per ora, cominceremo con il prendere i brevetti PADI Advanced Open Water.”

Ma prima di tutto questo, Post, Gleeson, e il suo fortunato fidanzato Colin faranno tre notti di crociera subacquea sulla Grande Barriera Corallina a bordo della barca Mike Ball Dive Expeditions, Spoilsport. Incluso c’è un viaggio di andata e ritorno a Cairns, Australia; quattro notti di soggiorno a Cairns, Australia; e una giornata alla Foresta Pluviale Daintree, luogo dichiarato Patrimonio Mondiale.

All smiles from the Davey Jones Locker team! Photo: Elliott Abbey

Sogni un viaggio in Australia? Guarda queste 15 Bellissime Foto della Grande Barriera Corallina .