Monthly Archives: giugno 2016

Sorrento

Sorrento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa potrebbe essere uno dei litoranei più famosi e pittoreschi al mondo. Costiere a picco che si tuffano nelle limpide acque blu del Mediterraneo, interrotte solo da piccole spiagge da sogno e paesini della costa estremamente belli. Ville meravigliose, vigneti e agrumeti, scolpite nei secoli nelle pareti rocciose, torreggiano sopra la ventosa strada costiera.
La Penisola Sorrentina, posizionata nel sud dell’Italia, è attraversata dal Mediterraneo, e punta dritta sulla leggendaria isola di Capri e divide il Golfo di Napoli dalla Baia di Salerno. Incredibili rocce escono dal mare, dal nulla. È qui che le sirene della mitologia greca hanno attirato i navigatori sulle spiagge rocciose, e oggi, i subacquei possono ancora trovare i resti dei carichi degli antichi relitti.

Le immersioni in quest’area si caratterizzano per la stessa topografia della terraferma: rocce a picco, grotte e caverne. Il suo fiore all’occhiello è l’area marina protetta di Punta Campanella. Con i suoi 40 chilometri/25 miglia di litorale, l’area protetta permette un ingresso limitato previo permesso da parte dell’autorità che gestisce e garantisce che l’ecosistema marino resti intatto. L’area protetta inoltre comprende la spiaggia, dove ci sono dei percorsi segnalati che guidano i visitatori attraverso gli agrumeti, le foreste e gli antichi siti archeologici fino ad arrivare a incredibili punti panoramici.

Localizza un PADI Dive Shop

Immersioni Principali

  • Isole Li Galli –Acque limpide cristalline e abbondanti gorgonie ventaglio, rosse e gialle, accolgono i subacquei sulle pareti subacquee. Saraghi e corvine si nascondono tra anfratti e spaccature, e , soprattutto a inizio e fine della stagione subacquea, i tonni visitano i siti subacquei attratti dalle forti correnti.
  • Scoglio del Vervece –Il piccolo scoglio, che si trova vicino alla città di Sorrento, è la punta di una secca che sprofonda fino a 50 metri/165 piedi. A 12 metri/40 piedi si trova una statua di bronzo della Vergine Maria. Per i subacquei più esperti c’è il relitto di una nave mercantile che giace a 40 metri/130 piedi di profondità. Grazie alle correnti marine, e all’area marina protetta, qui la vita marina è abbondante.
  • La Grotta di Mitigliano– La grotta è un sito subacqueo ad “alta tensione” e va bene solo per coloro che hanno i brevetti adeguati e la giusta esperienza. La grotta si caratterizza per le molte camere d’aria all’interno delle quali i subacquei possono emergere e respirare aria fresca, la quale passa attraverso le rocce create dagli aloclini , che mantengono le temperature dell’acqua fresche. I subacquei qui possono avvistare la brotula, pesce raro e decisamente bizzarro.
  • Capo di Sorrento– Questa è un’immersione a basse profondità, vicina ai Bagni della Regina Giovanna, dove i subacquei possono trovare frammenti di vecchie ceramiche. Qui invertebrati colorati, tra cui nudibranchi, spugne e gorgonie ventaglio abbondano.

Vuoi saperne di più? Visita ScubaEarth® per avere maggiori informazioni su migliaia di siti subacquei, specie marine, informazioni sulle destinazioni e molto di più.

Informazioni subacquee

  • Visibilità – Di media sui 12 metri/40 piedi.
  • Temperature dell’Acqua – sui 21°C/70°F d’estate e 10°С/50°F d’inverno.
  • Clima – Da Aprile ad Ottobre è la stagione subacquea per eccellenza. A Maggio la temperatura dell’acqua è di 22°C/71°F durante il giorno e scende a 12°C/53°F durante la notte. Da Giugno ad Agosto, è il periodo più caldo dell’anno e le temperature possono raggiungere i 29°C/84°F.
  • Fauna Tipica– Le specie pelagiche, come i tonni pinna gialla e le ricciole, sono avvistabili sui siti subacquei a largo della costa. Bellissime gorgonie ventaglio si possono vedere principalmente nelle immersioni più profonde, e gli invertebrati dai colori vivaci sono caratteristici della zona.
  • Corsi Raccomandati – – La Specialità PADI Cavern Diver è d’aiuto nell’accedere a molte delle caverne, grotte, e grottine, tipiche della zona.

Localizza un PADI Dive Shop

Informazioni di viaggio

Nota – Un viaggio verso qualsiasi destinazione può essere colpito da situazioni avverse (ma non solo) come le condizioni di sicurezza, i requisiti di entrata e uscita, condizioni sanitarie, leggi locali e cultura, disastri naturali e climatici. A prescindere dalla tua destinazione, controlla la sezione riguardante gli avvertimenti ai viaggiatori o il sito del Ministero degli Affari Esteri se ci sono consigli sulla destinazione che state pianificando di andare a visitare e ricontrolla di nuovo poco prima di partire.

  • Lingua – L’italiano è la lingua principale, con l’inglese parlato nelle zone turistiche.
  • Valuta – Euro
  • Aeroporti Principale – L’Aeroporto Internazionale di Napoli (NAP) è il più vicino.
  • Elettricità – 220-240 volts. Internet è disponibile in quasi tutte le aree turistiche e nelle città principali.
  • Attrazioni Terrestri – Napoli così come il Vesuvio e Pompei sono vicini; tutti meritano di essere visitati. Un giro in auto lungo la Costa Amalfitana è da fare.
  • Link informativi:
    Informazioni Turistiche sulla Penisola Sorrentina

Prenota Ora

Le Donne PADI nella Subacquea: Sam Amps

Ex capitano e atleta del Team d’Apnea britannico, Sam Amps è una leader sia nel mondo dell’apnea che della subacquea. È Course Director e AIDA Instructor Trainer, ed è la fondatrice del centro d’apnea, Saltfree. Come figura pubblica chiave e consulente alla sicurezza dell’apnea, Sam è inoltre stata una consulente impotante nello sviluppo dei programmi PADI Freediver.

 

Sam Amps Freediver

 

Sam Amps Le Grand Bleu: Ha acceso la Scintilla e la Carriera

I primi passi di Sam nel regno subacqueo hanno avuto inizio nella Cornovaglia. Sin dalla giovane età, la sua relazione con l’acqua è cresciuta e si è sviluppata attraverso diverse attività acquatiche organizzate dallo zio. Prima imparando a nuotare, poi praticando surf e windsurf, e poi finalmente a 26 anni facendo il suo primo respiro sott’acqua con l’esperienza Discover Scuba PADI.

L’interesse di Sam per l’apnea è nata a un’età piuttosto giovane, dopo essere andata a vedere con un amico di penna francese Le Grand Bleu (Il Grande Blu) in un cinema all’aperto. “Entrambe ci innamorammo del concetto dell’apnea, e il giorno successivo passammo ore a immergerci per raccogliere pietre.” Ma mentre le basi erano state fondate, la reale transizione di Sam da subacquea ad apneista avvenne 15 anni più tardi dopo aver vinto un corso ‘Discover Freediving’ ad un’asta di beneficenza.

“Fu amore a prima vista,” ricorda Sam. “A quel punto, stavo considerando l’idea della subacquea tecnica o con Rebreather come prossimo passo, ma dopo aver provato il mio primo viaggio lungo la cima in apnea, capii subito di aver trovato la mia passione. L’apnea ha aggiunto nella mia vita un livello di competizione e un miglioramento della salute fisica che non ho avevo ancora trovato nella subacquea. Mi sono innamorata della sensazione della sfida che l’apnea mi da – puoi sempre provare ad andare più profonda e per più tempo.”

Con l’avvicinarsi del Women’s Dive Day per il 16 Luglio, i piani di Sam si focalizzano sul festeggiare l’Associazione Apnea Britannica Organizzando un Incontro al Saltfree:

“Le donne non sono ancora rappresentate in maniera adeguata nello sport, e io faccio tutto quello che posso e mi rivolgo a loro. Al Saltfree siamo abbastanza bilanciati nel numero di subacquei uomini/donne e per un periodo il team di istruttori era di sole donne.”

La passione di Sam e il suo atteggiamento motivazionale sono importanti nell’incoraggiare le altre donne (e uomini) a partecipare alle attività subacquee e all’apnea. “ Penso che i programmi PADI Freediver sono molto più vicini all’obbiettivo [portando più donne in acqua]. I nuovi materiali di addestramento (Freediver Touch PADI) sono facilmente comprensibili e presentano lo sport, giustamente, come un qualcosa a cui tutti possono prendere parte e divertirsi. Gli standard del corso sono abbastanza flessibili per coloro che hanno già fatto esperienza o fanno apnea in maniera naturale, ed è anche fattibile per coloro che sono dei neofiti dell’acqua, o che hanno bisogno di più tempo per migliorare.”

Sam Amps Selfie

 

Esplora l’Italia

email-header-italy

 

 

 

 

 

L’Italia, con le sue acque chiare e calde, la sua costa interminabile e una ricchezza culturale senza pari, è una destinazione subacquea da non perdere.

L’incredibile patrimonio storico dell’Italia evoca leggende di avventure e prodezze e questo si riflette nella sua relazione con il mare. Esplorare questo mondo sommerso, così vasto e multiforme, ti permetterà di scoprire una parte della sua storia. L’Italia, infatti, offre qualcosa per tutti i gusti: relitti, navi militari sommerse, la dolina carsica più profonda al mondo o la città sommersa di Baia.

Da non perdere la riviera ligure, non solo per le bellezze che il suo entroterra offre, ma anche per le bellezze che si possono osservare sotto la superficie del mare. Puoi visitare Portofino e scoprire la scultura del Cristo degli Abissi; oppure immergerti nella riserva marina protetta, dove potrai trovare un’impressionante concentrazione di vita marina.

Le isole della Sardegna e della Sicilia offrono ai subacquei la possibilità di esplorare articolati sistemi di grotte e caverne, formazioni rocciose uniche nel loro genere. Colori vivi, pesce pelagico e acqua calda completano il quadro e fanno dell’Italia un’affascinante destinazione subacquea.

Principali attività subacquee in Italia:

✔ Magari non scoprirai Atlantide, ma potrai sicuramente visitare il Parco Sommerso di Baia con le sue statue e i suoi pavimenti a mosaico.
✔ Esplora le rocce vulcaniche di basalto, scure e colorate, delle Isole Ciclopi. Secondo la leggenda, Polifemo lanciò queste rocce a Ulisse.
✔ Visita Pozzo del Merro, la dolina carsica più profonda al mondo, per scoprire cosa nasconde.
✔ Tuffati nel Lago di Garda, tra Venezia e Milano, per osservare banchi di pesce d’acqua dolce.
✔ Esplora le praterie sommerse di Punta di Fetovaia, nell’Isola d’Elba, per osservare bellissime aragoste, spugne e banchi di cernie.

PADI AmbassaDiver: Birgitta Mueck

Ciao a tutti gli Amanti del Mare! Sono felice di presentarmi come una delle AmbassaDiver PADI. Il mio nome è Brigitta Mueck e qui vi racconto un po’ la storia della mia vita.

Birgitta and Dugong Red Sea

 

 

 

 

 

 

 

 

In Sintesi

In giovane età ho scoperto di essere più felice quando mi trovavo in acqua e trascorrendo del tempo all’aria aperta. Nata e cresciuta su un’isola della costa occidentale svedese, l’odore costante dell’acqua salata ha fatto scattare in me, molto presto, la voglia di sapere cosa si nascondesse sotto la superficie del mare.

La mia incredibile passione per la natura e per le zone incontaminate mi hanno portato a studiare fotografia specifica nel campo della “Natura e del Turismo in Zone Incontaminate”. Sin dalla laurea ho trascorso la maggior parte del mio tempo sul campo lavorando come video-operatore e guida subacquea.

La Baciatrice di Balene

Nel 1995 all’età di undici anni, ho fatto il mio incontro con un delfino selvatico in Norvegia. Qualche mese dopo, dello stesso anno, ho raggiunto di nuovo mio papà in Norvegia, per vedere le mie prime orche dalla superficie. E da lì che nacque la mia passione per le balene. Da questo momento in poi, sono stata totalmente catturata da questi incredibili animali, sapendo che un giorno avrei realizzato il mio sogno di tornare a nuotare con i giganti del mare.

Dieci anni dopo, stavamo partendo per una spedizione in barca a vela per cercare le balene nell’Atlantico Nord-Orientale. Cominciando dalla Norvegia Settentrionale, abbiamo navigato verso il profondo sud, nelle acque blu delle Azzorre. Navigando nell’Atlantico abbiano potuto incontrare sia le Orche che le Balenottere, i Capidogli e la più grande di tutte loro, la gigantesca Balenottera Azzurra.

La Subacquea

Anche se non mi sono lanciata subito nel mondo delle immersioni, ho sempre saputo che sarei diventata una subacquea. Fino a un certo punto, sono stata felice di scoprire il mondo subacqueo usando solo maschera, snorkel, pinne, muta e fotocamera. Nel 2006, presi il mio brevetto PADI Open Water, seguito da altri brevetti. Ora ero in grado di esplorare le fredde, scure ed emozionanti acque della Scandinavia, e non riuscii più a farne a meno!

Nell’estate del 2012, trovai finalmente il tempo per il mio addestramento come Divemaster PADI e da quel momento, in aggiunta a progetti di film e incarichi di lavoro, ho lavorato come divemaster e guida snorkeling in diverse destinazioni in giro per il mondo. Negli ultimi quattro anni, ho viaggiato per la maggior parte del tempo, in posti come Sud Pacifico, Antartico, Caraibi, Mediterraneo, Atlantico e Artico Alto. Che ci siano calde acque tropicali o acque ghiacciate fredde, Io le amo tutte!

 

Birgitta Antarctica

 

 

 

 

 

 

 

 

Con la Speranza d’Essere di Ispirazione

Diventare un’AmbassaDiver PADI è per me una grandissima opportunità, per trasmettere l’amore e far conoscere, ancor di più, l’eccezionale mondo che si nasconde sotto la superficie del mare. Sul mio blog “Film Photo Adventure” , e sulla pagina Facebook ”Birgitta Mueck”, condivido le molte avventure vissute nella mia vita: tante destinazioni e molteplici paesaggi. Progetti di film, incarichi fotografici, avventure come guida e i miei viaggi personali, si trovano tutti sulla mia pagina. Le avventure servono da stimolo per la vita, per far crescere la consapevolezza e per essere di ispirazione per gli altri!

Ora abbiamo un sacco di preparativi per il nostro prossimo viaggio nei Fiordi Norvegesi, e veramente non vedo l’ora di condividere la mia avventura con voi! Chi lo sa, magari incontrerò di nuovo le mie curiose amiche Orche, che sembravano aver apprezzato le mie doti canore quando ci siamo incontrate l’ultima volta a Febbraio.

Resta connesso…e se tutto va bene ci incontriamo là fuori, da qualche parte in  questo meraviglioso pianeta!

Quattro tipologie d’immersione che ogni subacqueo dovrebbe provare

BonaireOW0213__0842

Ora che hai un brevetto open water, ti sei messo nelle condizioni di fare nuove esperienze. Sei interessato a saperne di più e ti piace l’idea di fare dei corsi di specialità perché guidato da un professionista PADI.

Se la lunga lista dei corsi di Specialità PADI ti fanno girare la maschera, qui ce ne sono quattro che dovresti assolutamente provare.

Marketing

Peak Performance Buoyancy

Quindi ti sei allenato a fare l’hovering e il pivoting durante il corso Open Water. Ma, puoi nuotare attraverso un hula-hoop senza toccarlo? L’assetto è importantissimo per essere un buon subacqueo. In questo corso, continuerai a fare immersioni e imparerai ad affinare la tua pesata e a controllare il tuo respiro. Gli esercizi che farai durante questo corso ti aiutano a migliorare il tuo consumo dell’aria e a far durare di più le tue immersioni.

Underwater Navigator

Una delle sensazioni più belle della subacquea è quella di sperimentare l’assenza di gravità. Puoi fare capriole, stare a testa in giù, e nuotare al contrario. Il lato negativo è che in questo nuovo mondo puoi perdere velocemente il tuo senso dell’orientamento. Essere in grado di trovare la tua strada del ritorno fino alla barca è essenziale in ogni immersione, e fare più esercizi di navigazione una buona idea per tutti i subacquei.

Deep Diver

shutterstock_195460775

Come subacqueo principiante ti è stato raccomandato di stare a profondità minori di 18 metri/60 piedi. Vuoi andare più in profondità? Il corso PADI Deep Diver è per te. Durante il corso, vedrai cosa succede in un’immersione in acque più profonde, come i colori cambiano e gli effetti della pressione aumentano.

Night Diver

Perché limitare le tue immersioni solo durante le ore diurne? Il tramonto e l’alba offrono l’opportunità di osservare il comportamento degli animali che non si possono vedere durante il giorno. Prima di fare un’immersione notturna da solo, controlla il corso PADI Night Diver. Imparerai trucchetti su come comunicare con la tua torcia e altre importanti tecniche per l’immersione notturna.

Fare un corso di Specialità PADI è come fare il cross-fit della subacquea. Incorporando una varietà di tipi di immersioni ti renderanno un subacqueo a tutto tondo preparato a immergersi in tante situazioni. Se volessi provare un’immersione da ciascun corso, fai il corso PADI Advanced Open Water (AOW). Impara le differenze tra il tuo corso Open Water e l’AOW, qui.