Monthly Archives: marzo 2016

Rinfresca le tue Abilità Subacquee Prima del Tuo Prossimo Viaggio: ReActivate®

ReActivate_header_Tropical_600x250

Hai in programma di partire per una bellissima destinazione esotica nei prossimi mesi e ti sei appena accorto che non ti immergi già da un po’? Con il nuovo programma PADI ReActivate , puoi rinfrescare velocemente le tue conoscenze teoriche e le tue abilità in acqua, che hai acquisito durante il corso Open Water Diver, senza dover ricominciare tutto da capo.

iPad-ReActivate Cover

Il programma PADI ReActivate è totalmente personalizzato, significa che devi ricoprire solo le aree dove le tue abilità e le tue conoscenze teoriche necessitano d’essere rinfrescate. Potrai rivedere i concetti più importanti dal tuo computer (ReActivate Online) o su dispositivo mobile e tablet (ReActivate Touch) e lavorare sugli argomenti che ti interessano secondo i tuoi ritmi.

Potrai interagire con gli scenari subacquei e prendere decisioni che provano la tua comprensione su importanti argomenti come: la sicurezza subacquea, rivedere i concetti fondamentali relativi alla pianificazione dell’immersione e i problemi di gestione. Tutto questo prima di andare in acqua con un Professionista PADI con il quale rivedrai alcuni esercizi fondamentali, relativi alla sicurezza, prima di concentrarti sulle abilità che specificatamente hai deciso di rivedere.

Cosa ancora più importante è che una volta che avrai completato l’aggiornamento, sia della teoria che degli esercizi in acqua, avrai un brevetto sostitutivo con la data del ReActivate. I negozi subacquei saranno felici di vedere che hai una data ReActivate recente sul tuo brevetto, perché dimostra che sei aggiornato e pronto a immergerti nella tua prossima avventura subacquea.

Torniamo a oggi – contatta il tuo PADI Dive Center o Resort locale per ricevere maggiori dettagli, o, scarica la PADI App per acquistare il ReActivate Touch e cominciare ora!

*Il tuo brevetto PADI non ha una data di scadenza. La partecipazione al PADI ReActivate non è obbligatoria ma raccomandata come una maniera semplice per rinfrescare i concetti principali, relativa alla sicurezza, teoria ed esercizi subacquei, qualora tu non ti stia immergendo da un po’. I subacquei che portano a termine sia l’aggiornamento della parte teorica che degli esercizi in acqua riceveranno un brevetto sostitutivo con riportata la data del “ReActivated thru”.

Incontra la Nuova AmbassaDiver PADI: Alexandra Baackes

Alex è una subacquea PADI, una viaggiatrice, scrittrice, video-operatrice subacquea e cercatrice di avventure. Puoi trovare i suoi viaggi sul suo sito Alex in Wanderland. Resta connesso e troverai nuovi post sul nostro blog, dove Alex condividerà altre avventure subacquee come nuova AmbassaDiver PADI.

Alex-Baackes-AmbassaDiver-1

Saluti a voi, cari appassionati colleghi subacquei! Il mio nome è Alexandra Baackes, e mi sento così elettrizzata per essere stata nominata nuova AmbassaDiver PADI.

Ho fatto il mio primo respiro sott’acqua quando avevo 19 anni dove stavo trascorrendo l’estate facendo volontariato e viaggiando in giro per l’Asia sud-orientale. Quel viaggio ha fatto nascere una bellissima relazione sentimentale tra il mare e il viaggiare senza meta. Una scintilla che arde ancora oggi.

L’anno successivo mi trasferii a Gran Cayman per fare da apprendista a un fotografo e a un video-operatore subacqueo, e ho trascorso l’estate filmando turisti a Stingray City. Fu un punto di svolta. Un amico istruttore mi fece il corso Advanced Open Water, nei nostri giorni liberi, mentre la scuola subacquea che avevo filmato mi invitò a fare il corso Rescue Diver con loro.

Nel 2011, lasciai New York, con un biglietto di sola andata per la Thailandia. Ho lavorato in un bar e come babysitter per far quadrare i conti finché approdai al lavoro dei miei sogni come video-operatrice subacquea. Trascorrevo le mie mattinate filmando gli squali balena e i banchi di pesci pipistrello, e i miei pomeriggi montando i filmati. Non guadagnai molto ma l’affitto della mia capanna – vista mare – costava solo 150$ al mese.

Alex-Baackes-AmbassaDiver-4

Più tempo trascorrevo in acqua e più mi appassionavo a continuare su questa strada. Contemporaneamente, il mio blog di viaggio, Alex in Wanderland, cominciò a guadagnare terreno e pensai di poterlo utilizzare come piattaforma dove condividere il mio entusiasmo per la subacquea e il mio interesse verso la salvaguardia.

Mi iscrissi per concorrere a un finanziamento al Women Diver’s Hall of Fame, un’organizzazione di cui venni a conoscenza visitando alcune fiere subacquee locali. Mi sentii così fiera quando ricevetti l’email che diceva che avevo vinto. Il mio amore per l’Asia sud-orientale – e il lusso delle capanne vista mare a 150$ – mi portarono a fare il corso come guida subacquea in Indonesia.

I tre mesi che trascorsi a Gili Trawangan furono incredibili. Il mio corso fu una sfida, specialmente perché provai a farlo quadrare con il mio lavoro online. Ma se guardo indietro sono davvero orgogliosa di ciò che ho raggiunto, come affrontare la sezione di fisica del mio esame, finalmente imparare a trasportare le bombole sopra la spalla e trovare una maniera per superare la mia fobia delle immersioni notturne. Partii con il mio brevetto PADI Divemaster e con un milione di ricordi, come quello alla fine di riuscire a dormire anche con la chiamata della moschea alle 5 del mattino e fotografare la liberazione del primo squalo della Gili Shark Foundation.

Una cosa che ho imparato in tutti questi anni? Nella subacquea, certamente amiamo i nostri acronimi! Ne ho creato uno per descrivere esattamente cosa significherà per me essere PADI AmbassaDiver.

P – programmare viaggi e preparare le valigie –  Ho bisogno di viaggiare! Fortunatamente ho un emozionante anno di meravigliose avventure subacquee davanti a me.

A – assorbire – Vedrò me stessa prima di tutto e principalmente come una studentessa. Non vedo l’ora di continuare il mio infinito addestramento subacqueo.

D – dibattere –  Voglio cominciare a parlare di conservazione.

I – ispirare – Spero di poter essere d’ispirazione per le persone e di portarle a fare subacquea!

alex-dive-photo3

Oggi, il mio blog è un’attività a tempo pieno. È un tipo di carriera che non avrei mai immaginato di fare quando per la prima volta chiusi la zip della mia muta quasi sei anni fa. Devo ammettere che passo più tempo davanti al mio computer che sott’acqua, ma ho avuto l’opportunità di fare molte cose, come immergermi con la muta stagna in Islanda, fare immersioni notturne con le mante alle Hawaii, e filmare gli squali balena nelle Filippine. E cosa ancora più appagante, ho ricevuto un’ondata continua di commenti e email da lettori che mi ringraziavano per averli ispirati a provare ad immergersi per la prima volta. Recentemente ho ricevuto un’email da parte di una giovane ragazza francese che stava finendo le scuole superiori quando cominciò a leggere il mio blog e mi scrisse per ricevere delle parole di incoraggiamento per il suo corso Open Water Diver. Qualche settimana fa, mi ha riscritto dicendomi che si è appassionata – è diretta in Indonesia per fare il suo corso istruttori e per lavorare come volontaria su un progetto locale di conservazione della barriera corallina.

La mia filosofia è sempre stata che il fare subacquea ti porta a un impegno personale per il futuro dei mari e degli oceani. Sono certa che portare qualcuno sott’acqua e renderlo consapevole dei problemi dei nostri mari e oceani – come il fatto che senza dei cambiamenti i nostri bambini potrebbero non avere l’opportunità di vedere le cose che noi abbiamo visto – possa guidare le persone a fare delle scelte più eco-sostenibili, grandi o piccole che siano.  Mi sento onorata di far parte di questa catena a reazione, influenzando i miei lettori a lasciare tutto per andare  ad immergersi.

E anch’io sto andando a fare un’immersione! In quanto blogger professionista di viaggio, vivo con la valigia – e il borsone subacqueo, certamente – sempre pronti e per il 2016 non sono previste eccezioni. Ho dei bellissimi piani nel cassetto, come ad esempio cominciare l’anno con qualche corso di educazione continua in Thailandia, fare dei bei tuffi sulla costa brasiliana o magari fare un fine settimana in crociera subacquea sulle coste della California. Una cosa di cui sono certa? Sarà un bellissimo anno per immergersi.

Vieni anche tu con me?

Alex-Baackes-AmbassaDiver-3-1

La Women’s Dive Day del 2016 – Pianifica la tua Partecipazione

WDD_blogpost_800x267

L’eccitazione regna mentre è in corso la preparazione del Women’s Dive Day 2016 PADI. Il secondo festeggiamento annuale PADI delle donne subacquee che avrà luogo il 16 Luglio 2016. Questo evento riconosce il contributo che le donne danno alla subacquea ed è un’occasione speciale per avvicinare più donne alla subacquea.

Nel corso dell’anno passato, quando subacquei da tutte le parti del mondo sono venuti per festeggiare insieme il primo Women’s Dive Day della PADI, sono state gettate le basi – ed è stata fatta la storia! L’evento ha messo insieme più di 6.000 subacquei provenienti da 65 Paesi diversi, da sette continente diversi – tutti hanno partecipato a più di 335 eventi speciali. Ora, il piano in corso è di ripetere l’evento anche per questo anno, il 16 Luglio 2016 – quindi non ti perdere uno degli eventi più eccitanti dell’anno!

Icone e Leggende Femminili

Sebbene molti percepiscano erroneamente la subacquea come uno ‘sport per uomini’, la storia della PADI è piena di icone e leggende subacquee femminili che hanno spianato la strada ai subacquei di oggi, di entrambe i sessi, e molte di loro hanno partecipato agli eventi dello scorso anno. Per esempio, l’esperta di squali e Course Director PADI Cristina Zenato, che ha creato la Specialità Distintiva Reef Shark Awareness ed ha iniziato una campagna che ha come obiettivo quello di dare protezione totale a tutte le specie di squali delle Bahamas. L’evento dava l’opportunità di fare una speciale immersione con lo squalo, per le subacquee brevettate, e una giornata speciale per le non brevettate offrendo la possibilità di immergersi con il Discover Scuba® Diving.

Un’altra icona che ha partecipato all’evento è Sarah Ward, archeologa professionista e mentore dell’Istituto Australiano dell’Archeologia Marittima. Sarah, che lavora immergendosi in giro per il mondo dichiara che senza i suoi brevetti PADI non sarebbe stata in grado di fare ciò che ama. Ha partecipato al Women’s Dive Day nel 2015, in collaborazione con un PADI Dive Shop locale in Australia, offrendo l’opportunità di immergersi su Long Reef, lungo le Spiagge Settentrionali di Sydney, e organizzando una giornata di barbecue in spiaggia.

WDD_img_01

Scopri (o Riscopri) la Subacquea al Women’s Dive Day PADI

Il 16 Luglio 2016, i Dive Centers e Resorts PADI, i club subacquei, e altre organizzazioni offriranno delle immersioni o eventi alle donne ospiti. Potrebbero essere delle immersioni con gli squali o la pulizia della spiaggia, comunque attività con un coinvolgimento speciale da parte dell’organizzatore. Alcuni Dive Shop PADI daranno l’opportunità di fare una prova di immersione attraverso il programma PADI Discover Scuba® Diving. Altri si focalizzeranno sul PADI ReActivate™, che offre l’occasione ai subacquei non attivi da tempo di rinfrescare le loro abilità subacquee, riscoprire lo sport che amano e riattivare i loro brevetti subacquei!

Comunque, dal momento che l’attenzione è sulle donne, tutte verranno incoraggiate a far qualcosa. Molti eventi saranno aperti sia agli uomini che alle donne, quindi sarà una bellissima opportunità di stare insieme ai tuoi amici e familiari – indipendentemente dal sesso – per una divertente giornata di subacquea!

Come Partecipare

Se sei una subacquea, o un subacqueo, che vuole partecipare all’evento Women’s Dive Day PADI, contatta il tuo Dive Center o Resort PADI per controllare che ospitino un evento – e incoraggiali a esserne coinvolti, se ancora non lo sono. Altrimenti, puoi trovare un evento vicino a te o avere maggiori informazioni andando su padi.com/women-dive. Presto disponibile in italiano.

La Tua Attrezzatura Subacquea è Pronta ad Immergersi?

BCDCosì come la tua macchina necessita di una manutenzione regolare per continuare a funzionare in maniera adeguata, anche la tua attrezzatura subacquea ha bisogno di essere controllata – in particolar modo se non l’hai utilizzata per un po’ di tempo. Come già sai, l’attrezzatura subacquea non è economica. Quindi proteggi i tuoi investimenti dandogli le attenzioni appropriate e prolunga così la vita della tua attrezzatura. Una manutenzione regolare inoltre garantisce una maggiore sicurezza durante le tue immersioni.

Segui questi veloci suggerimenti prima di rituffarti nelle tue avventure subacquee

  • Controlla sia il tuo erogatore che il tuo GAV, seguendo i consigli delle casa produttrice, almeno una volta all’anno.
  • Ispeziona le bombole annualmente e fai un test idrostatico ogni tre o cinque anni.
  • Esamina gli accessori della tua attrezzatura come maschere, pinne, boccaglio dell’erogatore e lo snorkel prima di ogni immersione per controllare che non ci sia rotture o perdite.
  • Controlla la tua muda umida o la tua muta stagna che non sia logorata, o con perdite o con cuciture mancanti. Qualora avessero bisogno di ScubaTanks-300x213essere riparate portale da un tecnico qualificato.
  • Fai un test al sistema di gonfi aggio della tua muta stagna e alle valvole di scarico per assicurarti che la muta mantenga l’aria in maniera appropriata e che le valvole non perdano.

Dopo la tua immersione, segue questi importanti consigli di manutenzione per prevenire che la tua attrezzatura non venga danneggiata.

  • Immergi l’attrezzatura in acqua dolce, calda per prevenire che si crei della muffa. Utilizza un sapone per mute per alcuni pezzi della tua attrezzatura.
  • Non mettere via la tua bombola se completamente piena o completamente vuota.
  • Metti via accessori come lo snorkel e le pinne in modo che non sia schiacciati per mantenere la loro forma intatta.

Ricordati che in base alle zone dove ci si immerge ci sono suggerimenti differenti circa la manutenzione dell’attrezzatura. Dai un’occhiata ai requisiti relativi alla tua regione per essere sicuro che stai seguendo il giusto protocollo.

Per saperne di più sulla manutenzione della tua attrezzatura e sugli step da seguire prima e dopo ogni immersione, fai un corso Equipment Specialist

e approfitta del vantaggioso Equipment Specialist Touch, che è nuovo prodotto creato per dare informazioni ai subacquei su come mantenere l’attrezzatura e su come scegliere i migliori pezzi da comprare.

Inoltre, gestisci e mantieni le tracce della tua attrezzatura subacquea aggiungendola su ScubaEarth Gear Locker Puoi registrare date di acquisto e di manutenzione, numeri di serie ecc

ScubaEarth Gear Locker